Da quest'anno tutti i pc portatili avranno un caricabatterie universale

caricabatterie universali nel 2014

Entro fine 2014 i principali produttori di personal computer dovranno adattare i nuovi modelli con un caricabatterie universale

Il caricabatteria universale per laptop sarà realtà entro il 2014. L'annuncio arriva dall'International Electrotechnical Commission, che ha divulgato le prime specifiche tecniche sul futuro standard che apporterà l'interoperabilità del caricatore con notebook di tante diverse aziende.

 

Avviato nel 2011, il progetto è di grande importanza e produrrà rilevanti vantaggi in diversi ambiti. In primo luogo a guadagnarci sarà l'ambiente perché, come dimostrato dalle ricerche della IEC, la valanga di cavi da smaltire (tra quelli vecchi, inutili o non funzionanti) pesa sull'ambiente per mezzo milione di tonnellate con un impatto pari a quello di 500mila veicoli.

 

Numeri spaventosi, destinati a ridursi drasticamente grazie al caricabatteria universale, che secondo il disegno approntato dalla IEC dovrebbe essere disponibile entro il 2014. Durante i primi mesi del nuovo anno, l'organismo rilascerà i dettagli del futuro standard, con le varie aziende che a loro volta dovranno adeguarsi entro sei-otto mesi.

 

Almeno in teoria, perché come già successo con gli smartphone, è probabile che ci sarà qualcuno che dilaterà i tempi continuando a lucrare sulle necessità dei consumatori. Per una volta, anche questi ultimi avranno un sostanziale vantaggio, poiché se finora c'era la costrizione di acquistare un nuovo caricabatteria per rimpiazzare quello vecchio o danneggiato - oppure comprare direttamente un altro notebook - il nuovo standard consentirà di sfruttare un'ampia compatibilità con molti laptop diversi.

 

Probabile, quindi, che le future confezioni saranno più leggere, poiché prive del caricatore, che sarà acquistabile a parte, ma che una volta comperato sarà valido con macchine di aziende differenti (Acer, Asus, Lenovo, Samsung, Dell e così via). In attesa di conoscere le specifiche del nuovo standard, che apporterà modifiche a spina, cavo e connettore, resta la curiosità di vedere se e quali aziende decideranno di seguire l'atteggiamento di Apple in campo smartphone, con il connettore Lightning a diversificarsi rispetto allo standard micro-USB al quale tutte le altre compagnie si sono attenute.